ANGRYCHAINS

Jesi

ANGRYCHAINS
Gli ANGRYCHAINS - Alice in Chains tribute, cominciano la loro avventura nella primavera del 2012, con l’intento di rendere omaggio al mitico gruppo di Seattle, quando oramai sono già passati dieci anni dalla scomparsa prematura, avvenuta nell’aprile 2002, del compianto ed amatissimo singer Layne Staley, leader carismatico insieme all’estroso chitarrista Jerry Cantrell degli Alice in Chains. I 5 musicisti marchigiani hanno così dato vita ad un progetto per tributare gli AIC, spinti in primis dalla passione verso questa grandissima band, che ha contribuito decisamente alla nascita del famigerato “Seattle sound” e dal desiderio comune di suonare dal vivo la loro musica travolgente, contaminata da un sound tossico, sofferente ed al tempo stesso carico di rabbia. Si parte dalle note dei brani presenti nel primo album ufficiale “Facelift” (1990), passando inevitabilmente per il capolavoro mondiale di “Dirt” (1992), toccando anche la parte più acustica ed intimistica presente in “Sap” (1991), “Jar or flies” (1994) e nello splendido MTV Unplugged (1996), fino ad arrivare doverosamente all’omonimo ed alienante album “Alice in Chains” (1995) detto Tripod. All’interno del progetto ANGRYCHAINS non mancherà di certo un esplorazione verso i Mad Season, l’altra band di Layne Staley, formata a metà degli anni novanta con il chitarrista Mike McCready (Pearl Jam), il batterista Barrett Martin (Screaming Trees) ed il bassista John Baker Saunders, con all’attivo il solo, unico ed inimitabile album “Above” (1995) che con il suo sound decadente, ha sicuramente il merito ed il demerito di aver sancito definitivamente la fine dell’era grunge.

Componenti: 5



Social & Contatti

  • Youtube
Tags:

Social Media

Newsletter

Registrati per conoscere le novità di gruppirock.it